Tesori d’Italia, da Modica a Tokyo per rilanciare il Made in Italy

 

Da Modica a Tokyo per rilanciare il Made in Italy: la sfida vincente di Tesori d’Italia

rilancio del Made in Italy è partito da Modica. Lo ha fatto in grande stile venerdì 26 luglio nell’incantevole cornice del Modica Palace Hotel in occasione del Galà dei Tesori. Un nuovo format, al suo debutto internazionale, ideato da Tesori d’Italia Network, per condividere e celebrare il valore della cultura, delle tradizioni, dei sapori e dei saperi del Made in Italy.

Una serata all’insegna della qualità e della condivisione, punto di partenza per il tour globale che partirà nel 2020 dall’Italia e giungerà fino a Tokyo; grande l’entusiasmo, l’impegno e la partecipazione del territorio. Il Galà dei Tesori ha trovato l’adesione di realtà e di personalità del mondo dell’imprenditoria, della cultura, dell’arte e della comunicazione.

Giorgio Cicero, Chef del Ristorante Mùrika, ha elaborato un menù speciale, contaminando sapori e prodotti eccellenti, un percorso enogastronomico denso di tradizione e armonia fra produzioni autoctone, offerte dalle 16 aziende siciliane sponsor per il food, e quelli di provenienza nazionale, grazie al contributo dei Brand Ambassador del Network.

Da Enna a tutto il Val di Noto, imprenditori e personalità di spicco hanno trovato un’occasione preziosa per incontrarsi e per promuoversi a livello internazionale; assegnate le prime Stelle di Tesori d’Italia a quattro aziende, quattro Tesori, ovvero Campisi Conserve, Gruppo Inventa, Ciomod e Società Agricola Palmeri per il sostegno fondamentale al territorio e alla visionaria cultura d’impresa.

Il Galà ha visto la presenza di Ernesto Carpintieri, Presidente dell’Associazione Europea per le Relazioni Culturali ed Economiche, accompagnato da Giuliana D’Antuono, General Manager di High Quality Italy, di Salvatore Campisi, di Emanuele Iemmolo del Gruppo Inventa, Ueli Breitschmid della Tenuta Palmeri, di Corrado Bellia per il Consorzio della Mandorla di Avola, solo per citarne alcuni.

Grande spazio dedicato all’arte e allo spettacolo, che ha visto l’intervento della violinista Simona Sorrentino, Music World Ambassador del Network, artista di grande rilievo, sempre più nota sulla scena internazionale; la performance Emotions in a Bubble, la band Agata Lo Certo Trio, il DJ Set a cura di Paolo Manfrè, l’intervento di live art della pittrice Doriana Pagani hanno arricchito ulteriormente la serata. Non poteva mancare il Camper Laika Carvans di Tesori d’Italia, molto gradito dagli ospiti della serata, che ha fatto da supporto logistico fondamentale e da vero e proprio set televisivo, all’interno e all’esterno, per le foto e le interviste dell’evento.

Inizia ora il nuovo percorso di Tesori d’Italia Network in Sicilia, costituito da partnership ufficiali, progetti condivisi e attività internazionali. 

Siamo molto soddisfatti degli obiettivi raggiunti; lavoriamo per rilanciare il Made in Italy sui mercati internazionali con una strategia Glocal. Abbiamo scommesso sulla Sicilia per inaugurare il Galà dei Tesori” e siamo stati premiati dall’adesione di ben 18 imprese siciliane eccellenti. Un segnale determinante per le progettualità future a cui daremo vita sul territorio” – Riccardo D’Urso, CEO Tesori d’Italia Network e WjNetwork.

Alessandra Brafa

 

Commenti

commenti

Lascia un Commento