Rosolini, i “Sentieri del cioccolato” uniscono l’Italia

Il 4 maggio a Rosolini un suggestivo ensemble dal sapore elegantemente rétro
Sentieri del cioccolato,
un viaggio sensoriale nel gusto da Firenze a Modica
Claudia Ragusa: “Ogni sosta sarà un boccone di memoria, bellezza e felicità”

Rosolini – La Sicilia non è mai stata così dolce. Per il secondo anno consecutivo torna “Sentieri del Cioccolato”, l’appuntamento con la più golosa delle tentazioni. Un evento unico nel suo genere, promosso da East Sicily in collaborazione con la Casa Museo del Giardino Celato, che si svolgerà sabato 4 maggio a Rosolini.
Sentieri del cioccolato è un invito al viaggio: un itinerario sulle orme del gusto, della tradizione e del ricordo, che parte da Firenze, attraversa lo stivale per incontrare Modica, fino a giungere nella città del carrubo. Un triangolo gourmand che ha come destinazione la Casa Museo Il Giardino Celato, fucina di idee e oggi incubatore di eventi, luogo incantato e isola felice fuori dal tempo; tempio della memoria per i rosolinesi in quanto sito in cui ricade la storica Arena Giuliano, ovvero il cinema all’aperto che rievoca un nostalgico passato e scene di una genuina cultura popolare. L’iniziativa, che promette di far vivere un’esperienza sensoriale unica nel suo genere, nasce dall’incontro di maestri cioccolatieri e operatori culturali del territorio.
Lungo i sentieri del cioccolato, che si snodano attraverso città d’arte e roccaforti di saperi e sapori, sarà possibile apprezzare l’arte pasticcera di Claudio e Claudia Pistocchi, fratelli fiorentini che da oltre 25 anni producono torte e cioccolatini nel loro laboratorio di famiglia, secondo una ricetta tanto antica quanto segreta. I due, nel corso degli anni, hanno conseguito premi a livello nazionale e internazionale: dal The International Chocolate Awards al WinwHunter Award, quest’ultimo è il riconoscimento emerso da una grandissima selezione effettuata dagli hunters di Helmut Köcher che, contando su una spiccata sensibilità, sulla cultura e sul costante affinamento del palato, sono sempre alla ricerca di eccellenze enologiche e gastronomiche. Torta Pistocchi partirà dal capoluogo toscano per affermare il sodalizio con Donna Elvira, missionaria del buono e della tradizione siciliana.
Donna Elvira, modicana di nascita e con il mestiere di dolciere nel sangue, è un’artigiana del gusto, custode di ricette manoscritte dell’antica pasticceria conventuale siciliana, che con le sue creazioni racconta ogni giorno l’epica del cacao e delle sue fascinose avventure attorno al mondo, attraverso i secoli. Anche per lei e per il suo Opificio del Cioccolato artigianale, così come ama definirlo, i riconoscimenti nel campo non mancano. A Donna Elvira il merito e l’orgoglio di aver realizzato la prima produzione bean to bar di cioccolata artigianale a Modica e in Sicilia; l’unico laboratorio nella città ex sede di Contea in cui il cento per cento della produzione proviene da un processo di trasformazione che comincia dai semi di cacao e i giudizi di qualificate giurie internazionali sui prodotti confermano di anno in anno il valore di questa scelta.
“Siamo già alla seconda edizione di un evento che crediamo possa avere lunga vita – spiega Carla Ferrara, direttrice della Casa Museo, un tempo antica dimora della borghesia rurale e oggi aperta al pubblico che, con il suo immutato fascino, continua a ispirare storie-, perché chiaramente amato da chi crede nelle potenzialità cultural-gastronomiche del nostro territorio e nell’apertura a nuove esperienze emozionali per un arricchimento che travalica ogni campanilismo. È un appuntamento prestigioso che la nostra associazione culturale, in totale sinergia con l’agenzia di promozione turistica East Sicily, è orgogliosa di proporre e ospitare all’interno della casa museo e nel suo storico Giardino Celato da essa gestita. Gli ospiti vivranno un’esperienza unica nel suo genere, in cui cultura, natura, costumi locali e cibo si fondono in un suggestivo ensemble dal sapore elegantemente rétro”.
Un viaggio all’insegna delle eccellenze quello che promette Sentieri del cioccolato, dove ogni sosta sarà un boccone di memoria, bellezza e felicità. Illuminazioni, epifanie e scoperte cui si accompagneranno i pregiati vini del territorio elorino con la presenza delle Cantine Giasira di Giovanni Boroli, imprenditore originario di Novara. Sia l’olio extra vergine di oliva biologico che i vini prodotti dall’Azienda agricola Giovanni Boroli riportano in etichetta il marchio Giasira, parola di origine araba a significare Isola, che stava a caratterizzare i territori dove si situa la tenuta, isolata dai profondi solchi erosive, detti cave, che percorrono l’altipiano Ibleo. Quello di Boroli è un amore profondo e rispettoso per la Trinacria, terra del sole, dove produce uve di assoluta qualità che portano sulle tavole vini apprezzati nel mondo, a dimostrazione che la coltura della vite, la cui origine si perde nella notte dei tempi, si conferma la migliore metafora di cultura, evoluzione, vita.
“La finalità dell’evento – conclude Claudia Ragusa, amministratrice di East Sicily- vuole essere un vero e proprio riconoscimento alle eccellenze enogastronomiche locali anche e soprattutto attraverso l’incontro e il confronto con l’altro. Da qui l’idea di siglare un sodalizio con la migliore tradizione dolciaria fiorentina, per specchiarci in culture diverse ma affini, valorizzando vicendevolmente tesori d’Italia grazie alla sinergia con chi, come noi, crede nel valore inestimabile della bellezza che ispira e guida intenzioni, opere e azioni. Sentieri del cioccolato è un percorso sensoriale condotto da artigiani del gusto che, assieme a giovani talenti nel campo dell’enogastronomia, ci condurranno lungo un sentiero di emozioni, che ci auguriamo possa trasformarsi in un simbolico tributo alla città di Rosolini, da sempre patria del mangiare sano e del quieto vivere ma soprattutto dell’accoglienza e dell’ospitalità”.
L’evento, che promette di essere un viaggio sensoriale nel gusto da Firenze a Modica, è fissato per sabato 4 maggio con inizio alle ore 19.00. Nel corso della serata, allietata dai virtuosismi musicali dei maestri Pietro Vasile al violino e Fabio Iacono al piano, si intraprenderà un percorso di degustazione con la presentazione di piatti unici che celebrano l’unione tra pregiati vini del territorio e l’eccellenza del cioccolato modicano e fiorentino.

Commenti

commenti

Lascia un Commento