LIBERI DI COSTRUIRE: “L’OASI DI VENDICARI E’ UNA PASSEGGIATA DI BENESSERE PSICO/FISICO”

Il sole, la natura, un grande gruppo di persone e l’amore per il nostro territorio. Questo il sunto di quanto si è verificato, domenica scorsa, durante la prima Escursione Naturalistica organizzata dall’associazione socioculturale ‘Liberi di Costruire’, insieme all’esperto in materia Paolino Uccello, presso l’Oasi di Vendicari. Nonostante fosse la prima volta l’esito della giornata è stato più che positivo, superando del tutto le aspettative. Personalmente mi reputo alquanto soddisfatto in quanto non mi aspettavo una partecipazione così importante – ha dichiarato il presidente di ‘Liberi’, Vincenzo Cultrera – per la nostra prima escursione. Alla riuscita di questo bellissimo evento ha contribuito sicuramente il nome altisonante del Prof. Uccello che ha consentito di richiamare e raggruppare un notevole numero di partecipanti che sono stati attenti ad ogni minimo contributo offerto dallo stesso contraddistinto da detti e canzoni popolari per finire al riconoscimento di specie botaniche della macchia mediterranea solo come lui sa fare per oltre due ore e mezza senza mostrare segno alcuno di cedimento ma anzi interagendo con entusiasmo. L’evento – ha continuato Cultrera – assume una notevole importanza in quanto spesso e volentieri noi stessi Siracusani veniamo attratti da mete turistiche fuori il nostro comprensorio e fuori la nostra amata Sicilia non conoscendo ed ignorando le bellezze del nostro territorio che la natura ci ha donato, se a questo si associa l’insufficiente gestione e valorizzazione da parte degli organi competenti e preposti per questo scopo il tutto viene maggiormente amplificato ed assume un problema di carattere sociale ed economico da non sottovalutare. I “Liberi di Costruire” ritengono che iniziative del genere devono essere maggiormente incrementate in quanto utili sia per il benessere psico/fisico e sia per un discorso storico/culturale. lo stesso fatto che i partecipanti ci hanno richiesto quale fosse la meta della prossima escursione – ha concluso il presidente dell’associazione – ci ha trasmesso una grande carica testimoniando che la strada intrapresa è quella giusta.

Commenti

commenti

Lascia un Commento