Movimento Rinascita e Libertà: presenza e concretezza al servizio della comunità

Nasce in provincia di Siracusa il movimento ideato dall’Arch. Fabio Messina, dall’Arch. Vincenzo Pitino e dall’Ing. Salvatore Tiralongo, tre professionisti che hanno dimostrato di avere le idee chiare e intendono ripartire proprio da un movimento socio-politicoculturale che sarà parte attiva nel nostro territorio.


Il movimento si chiamerà MOVIMENTO RINASCITA E LIBERTÀ perché è da questi due termini che bisogna ripartire. L’obiettivo dei fondatori è quello di dare voce alla gente, buttandosi alle spalle il vecchio sistema politico, fatto di promesse mai mantenute, ma trattare le problematiche che realmente colpiscono ogni giorno la nostra Sicilia e la provincia di Siracusa.
Il movimento si occuperà di dar vita a veri e propri eventi di sensibilizzazione che saranno organizzati in tutte le zone della provincia e che serviranno a far conoscere alla gente gli ideali del movimento e nello stesso tempo ad attenzionare più da vicino una relativa problematica con tutte le sue sfaccettature.
I nostri eventi tratteranno in primis di agricoltura, un settore con un considerevole potenziale caduto purtroppo nel dimenticatoio a causa di politiche inefficienti che non si sono preoccupate minimamente di tutelare il Made in Sicily. Verrà trattata la tematica della tutela dell’ambiente e del territorio con molti eventi atti a favorire la riduzione del
tasso d’inquinamento. Si parlerà in alcune convention persino di sanità, tematica parecchio delicata specialmente in questo periodo post-Covid. Verranno via via inaugurati eventi sulla formazione scolastica e professionale col fine di star vicino il più possibile a ragazzi che negli ultimi anni stanno mostrando tanto disinteresse sia per la
politica che per il loro futuro professionale. Non mancheranno occasioni per star accanto alle persone perché questo sarà il nostro modo di far politica e di essere presenti sul territorio.

Viviamo in un contesto poco coerente in cui la politica viene fatta sui social attraverso finti slogan che fanno intravedere quell’ondata di populismo che serve solamente ad allontanare le persone dalla politica e dal sociale. I tre giovani professionisti hanno deciso di metterci la faccia e si stanno mobilitando per creare un gruppo coeso ma soprattutto coerente. Tanta è la voglia di aggregazione ripagata già con diverse adesioni, non solo nelle città degli ideatori del movimento (Siracusa Avola e Rosolini) ma anche in altri comuni vicini.

Come disse il Giovanni Falcone: “ Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così…”

Commenti

commenti

Lascia un Commento