Documentario “In volo su Priolo”

Il documentario In “Volo su Priolo” è da oggi in rete sui link allestiti da Piccola grande Italia. Il Video promuove i beni ambientali e culturali dei siiti priolesi al Cluster Bomediterraneo, che la Regione siciliana ha allestito all’Expo di Milano. Verrà presentato in fiera, insieme ad un pieghevole, dal 18 al 22 giugno.

Obiettivo dell’operazione è promuovere il valore culturale e paesaggistico delle aree d’interesse culturale ed ambientale priolesi.
La peculiarità del percorso è, quindi, l’incentivazione della fruizione dei beni culturali e naturalistici, alla scoperta e salvaguardia delle biodiversità nell’area costiera, in passato dedita alla produzione di sale marino (il cosiddetto oro bianco) e che oggi punta alla tutela della macchia mediterranea, alla riscoperta degli antichi tracciati, dei segni passati di antropizzazzione.

Grazie al sito di Thapsos, uno dei più importanti siti protostorici siciliani, con “In volo su Priolo” si offre, peraltro, un itinerario turistico che comprende escursioni sui monti Climiti, la visita alla Guglia di Marcello, alle catacombe di Manomozza, alla basilica paleocristiana di San Foca, alla centrale Enel “Archimede” (prototipo di solare termodinamico) ed alla Riserva Naturale Orientata Saline di Priolo

“Crediamo molto alla promozione dei siti culturali – dice il sindaco di Priolo, Antonello Rizza – dobbiamo, però, fare il salto di qualità per diversificare la vocazione economica del nostro territorio, puntando anche sul turismo che, grazie agli importanti siti sui quali possiamo contare, ha enormi potenzialità”. Expo 2015 è stata, quindi, l’occasione giusta per imporre una svolta”.

Si tratta di un’evento di portata storica – aggiunge l’assessore comunale alla Cultura, Paola Gervasi – al quale l’assessorato sta lavorando da mesi”.
Il progetto è coordinato dal responsabile del settore cultura del Comune di Priolo, Domenico Mercurio.

Commenti

commenti

Lascia un Commento