Cuba è pronta al test del vaccino antivirus ed i suoi medici sono candidati al nobel per la pace


Katiuska Suarez, Autrice dell’articolo che sintetizza, in anteprima, il suo intervento a “L’Edicola” di martedì prossimo sulla battaglia anticovid di Cuba.

Cuba è in pole position nella corsa alla creazione del vaccino anticovid. Anzi, per L’Havana la metà è ormai molto, ma molto vicins. Il Centro di controllo statale dei farmaci, materiali e dispositivi medici di Cuba, infatti, ha dato il nullaosta all’Istituto cubano Finlay per avviare la fase I della sperimentazione del vaccino “Soberana 02” contro il coronavirus. Lo riferisce l’agenzia di stampa Prensa latina. Si tratta di un secondo vaccino sviluppato dai ricercatori cubani che hanno già in fase III il “Soberana 01” che dovrebbe terminare i test clinici nei primi mesi del 2021.
Intanto, diventa sempre più forte la candidatura al Premio Nobel per la pace, proposta dalla Città di Crema, per l’equipe medica cubana che è andata in Italia a combattere in prima linea il Covid.
La motizia, in piena emergenza Virus, ha fatto il giro del mondo, quando, appunto i medici della brigata “hanno risposto all’appello delle autorità italiane, mettendo, così, a disposizione del mondo le proprie competenze e la propria esperienza.
Fondata il 19 settembre del 2005, è stato il. primo contingente cubsno a dare assistenza medica di nel 1963, in Algeria. Da allora sono migliaia i presidi medici cubani che intervengono nelle emergenze, tra America Latina, Caraibi, Asia, Africa ed Oceania, prestando servizio in più di 160 paesi.
Katiuska Suarez

Commenti

commenti

Lascia un Commento