Coltraro al convegno di Augusta: “Rivedere Mare Nostrum”

Augusta (Siracusa), 1 luglio 2014 – “E’ necessario che l’operazione Mare Nostrum venga rivista per dare alle istituzioni locali la possibilità di lavorare al meglio con il duplice obiettivo di tutelare la vita degli immigrati e di garantire la quotidianità della comunità di Augusta”. Lo ha affermato l’onorevole Giambattista Coltraro, presidente del movimento Sal – Sviluppo, autonomia, lavoro, nel corso del convegno dal titolo “Emergenza immigrazione – istituzioni e cittadini a confronto”, che si è tenuto ieri sera nell’aula consiliare del Comune di Augusta.
L’incontro, a cui hanno partecipato tanti residenti e diverse associazioni di volontariato che operano nell’assistenza ai migranti, ha rappresentato l’occasione per aprire un dibattito sul tema, chiarendo i tanti dubbi sull’argomento. Al convegno sono infatti intervenuti la dott.ssa Librizzi della Commissione straordinaria del Comune di Augusta, il contrammiraglio Roberto Camerini, comandante militare marittimo autonomo in Sicilia (Marisicilia), la dott.ssa Giuseppina Pignatello, dirigente dell’unità territoriale Sr – Usmaf e il dott. Carmelo Sapia, infettivologo.
Il convegno è stato chiuso dall’intervento del deputato regionale Giambattista Coltraro che ha tuonato: “E’ scandaloso come il ministero dell’Interno continui a portare avanti l’operazione Mare Nostrum senza aver predisposto tutte le risorse finanziarie necessarie per fronteggiare ogni giorno le problematiche dell’assistenza, dei minori non accompagnati soprattutto, e senza mettere le istituzioni locali nelle possibilità di accogliere in strutture adeguate questi ragazzi che scappano dagli spettri del passato. L’accoglienza non si limita infatti all’approdo dei migranti sulle nostre coste, attività che rappresenta soltanto il primo passo di un lungo e complesso percorso che necessiterebbe di un approccio e di un’organizzazione diversi, tanto più che di emergenza non si può più parlare. Gli augustani – ha aggiunto l’onorevole Giambattista Coltraro – hanno sempre accolto, e continuano ad accogliere con straordinaria generosità, i tanti migranti in fuga da guerre e povertà. L’attività della Marina militare, di tutte le Forze dell’Ordine, dei dipendenti del Comune, dei volontari e dei cittadini in generale è encomiabile e dimostra il grande cuore di una comunità che, nonostante i problemi economici, ma non solo, ogni giorno dà un grande esempio di civiltà. Ma ciò non vuol dire che i problemi sanitari e organizzativi della comunità di Augusta debbano passare in secondo piano”.
Il deputato regionale Giambattista Coltraro ha quindi puntato il dito anche contro il Governo regionale che nella concessione della finanziaria Ter per quei Comuni che hanno dovuto fronteggiare l’emergenza sbarchi non ha incluso Augusta. “Mi sono già attivato per presentare un emendamento – ha concluso l’onorevole Coltraro – che, se ce lo permetteranno, risolverà in maniera definitiva questa situazione che ha dell’assurdo. Il governo regionale sappia che il tempo dei proclami e delle ‘dimenticanze’ è finito: perché i cittadini che vivono quotidianamente problemi importanti non possono e non devono essere trascurati”.

Commenti

commenti

Lascia un Commento