Siracusa: Lavoro nero e cantieri irregolari, la Cgil, Cisl e Uil chiedono istituzione di un tavolo tecnico in Prefettura

Le 3 maggiori sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil chiedono immediatamente l’istituzione di un tavolo tecnico presso la Prefettura di Siracusa al fine di monitorare e attenzionare il fenomeno del lavoro in nero, della sicurezza sui cantieri (soprattutto quelli edili) e della formazione dei dipendenti.

Attualmente, secondo le dichiarazioni dei segretari delle 3 sigle Saveria Corallo, Paolo Gallo e Salvo Carnevale, circa il 30% delle aziende edili lavora in modo irregolare.

“E’ arrivato il momento di affrontare queste piaghe con la creazione di un tavolo straordinario di crisi, istituito presso la Prefettura di Siracusa, ove enti bilaterali di settore, parti sociali e istituti di vigilanza si mettano a lavorare insieme, ognuno con le proprie prerogative, conoscenze ed esperienze. Analizzare da cima a fondo il territorio. Serve innanzitutto questo. Noi siamo a disposizione con le nostre forze in campo. Scandagliamo il territorio insieme, a partire dal comune capoluogo. Condividiamo le banche dati contestualmente e costruiamo un report dettagliato delle criticità riportate in premessa” hanno dichiarato i referenti della Cgil, Cisl e uil.

Commenti

commenti

Lascia un Commento