Rassegna del Documentario e della Comunicazione Archeologica”. Giovedì 18 ottobre l’apertura del Festival

Martedì scorso, al Coro di Notte del Monastero dei Benedettini di Catania, si è tenuta la
conferenza stampa di presentazione del programma dell’ottava edizione del Festival che si
svolgerà a Licodia Eubea (Ct), dal 18 al 21 ottobre, nell’ex chiesa di S. Benedetto e S. Chiara,
presso piazza Stefania Noce
Docenti, studenti e giornalisti hanno formato l’attento e interessato pubblico che, dopo aver guardato con
interesse lo spot di lancio della manifestazione, ha ascoltato gli interventi dei relatori, tra cui il professore di
Archeologia Classica Massimo Frasca e l’archeologa Alessandra Cilio, direttore artistico del Festival,
insieme al regista Lorenzo Daniele.
Dopo uno sguardo retroattivo sulle passate edizioni della manifestazione, i direttori artistici hanno
presentato le novità che caratterizzeranno l’ottava edizione del Festival, tra cui il gemellaggio con il
Festival Internazionale del Cinema Archeologico di Spalato che si terrà nella capitale croata dal 7 al 9
novembre e l’aggiunta della sezione serale “Cinema ed etnoantropologia”. Ma anche la conferma delle
partnership già attivate nel corso delle precedenti edizioni, come le collaborazioni con il Firenze
ArcheoFilm, la rivista Archeologia Viva, la cantina Baglio di Pianetto, il Travel Vlog Foot on the Way e la
società Orpheo.
Sono stati resi noti i nomi dei membri della giuria internazionale di qualità che assegnerà il premio
“ArcheoVisiva” al miglior film in concorso: Luca Peyronel (docente di Archeologia presso la Statale di
Milano), Jay Cavallaro (fotografo e documentarista statunitense, collaboratore di BBC e History Channel)
Lada Laura (direttrice artistica del festival internazionale di cinema archeologico di Spalato), Giovanna
Bongiorno (giornalista e documentarista) e Fabrizio Federici (storico dell’arte, collaboratore presso la
Biblioteca Hertziana e giornalista per Artribune).
Fra gli eventi collaterali che arricchiranno il palinsesto della manifestazione: il seminario e workshop sulla
comunicazione dell’Antico attraverso media tradizionali e di ultima generazione, condotto da Antonia
Falcone e Graziano Tavan; le due mostre “Libia. Antiche Architetture Berbere” di Lucio Rosa e “1915-
1918. Licodia Eubea e i suoi figli nella Grande Guerra”, a cura della sezione locale dell’Archeoclub d’Italia.
Confermato anche per questa edizione il consueto “Aperitivo al Museo”, con visite guidate all’interno del
Museo Civico Antonino Di Vita e del Museo Etnoantropologico, con degustazione di prodotti
enogastronomici.
La conferenza stampa si è conclusa con la proiezione del documentario “Ercole Contu e la scoperta della
tomba dei Vasi Tetrapodi”, di Andrea Frenu, film in concorso nella precedente edizione della rassegna, che
racconta la scoperta dell’egregio archeologo scomparso il 7 gennaio di quest’anno.
Il Festival, organizzato dall’Associazione Culturale ArcheoVisiva, con il patrocinio del Comune di Licodia
Eubea e il sostegno di Sicilia Film Commission, si appresta ad aprire il sipario e a mostrarsi al suo pubblico
che, già dalle folte adesioni riscontrate, sarà copioso. Dunque, da giovedì a domenica prossimi l’arte antica
e il cinema incanteranno in uno scenario meraviglioso: non resta che abbandonarsi a questo viaggio.

Commenti

commenti

Lascia un Commento