«“Dueppiù per la città che vorrei”, patrimonio della città, per la città»

Le grandi risorse umane, culturali e sociali di “Dueppiù per la città che vorrei” sono patrimonio della città, per la città». Lo dichiara Sergio Pillitteri, presidente dell’associazione culturale “Dueppiù per la città che vorrei”, il quale aggiunge: «Spero che questo virtuoso laboratorio di partecipazione democratica alla vita cittadina, così mi piace definire l’intensa attività di “Dueppiù per la città che vorrei”, possa divenire un punto di riferimento importante per il nuovo sindaco di Siracusa, Francesco Italia, al quale vanno gli auguri di buon lavoro da parte di tutta l’associazione culturale. Il “patrimonio” d’alto profilo di “Dueppiù per la città che vorrei” – continua il presidente Sergio Pillitteri – è infatti a disposizione del primo cittadino con il quale speriamo di collaborare in maniera virtuosa al servizio della città e dei cittadini». La promozione della cultura nei suoi aspetti più vari, scientifici, umanistici, giuridici, sociali e politico-economici è infatti una delle principali finalità dell’associazione la cui attività non si ferma nemmeno d’estate. «A tal proposito – conclude Sergio Pillitteri – ci auguriamo di avere al più presto ospite il sindaco Francesco Italia per illustrargli obiettivi e attività di “Dueppiù per la città che vorrei”».

Commenti

commenti

Lascia un Commento