Annullato il bando per le periferie siracusane

È stato cancellato il bando per le periferie: più di 13 milioni non andranno più ai comuni. Ezechia Paolo Reale, capogruppo consiliare di Progetto Siracusa, dichiara: «Non credo sia questo il mandato che i cittadini di Siracusa avevano dato ai parlamentari 5stelle con un voto plebiscitario che ha mandato in parlamento tutti coloro che si sono presentati in Sicilia sotto la bandiera dei 5stelle. Forse prima di votare in parlamento ‑ continua Reale ‑ avrebbero dovuto consultare la rete, come facevano quando erano opposizione. Dubito che i cittadini che li avevano eletti avrebbero detto loro di togliere 13 milioni alle sofferenti periferie della nostra città».

Siracusa aveva partecipato, al tempo del Sindaco Garozzo, al bando per le periferie con un suo progetto valutato come mediocre, tanto da piazzarsi al 53° posto nella graduatoria nazionale. Il bando viene vinto da 24 città, che oggi stanno riqualificando le loro periferie.

Poi arriva la valanga a 5stelle e ringrazia la città dove ha raccolto un enorme numero di consensi togliendole i fondi.

Le motivazioni tecniche illustrate dall’on. Ficara, per giustificare la strana scelta della delegazione siracusana 5 stelle in parlamento, non convinto nessuno dei presenti alla seduta del Consiglio Comunale dedicata a questo argomento.

Il movimento 5stelle ha promesso che i fondi torneranno entro il 20 novembre e potranno subito iniziare i lavori.

«Per il bene di Siracusa e nonostante tutto Progetto Siracusa è pronto a svolgere qualsiasi azione di supporto che possa essere utile ad ottenere l’immediato ritorno dei fondi scippati», dichiara Reale.

Commenti

commenti

Lascia un Commento